Jon Bostic Womens Jersey  Come difendere i neonati dal caldo | Sott1metro
difendere-il-neonato-dal-caldo

Il caldo torrido delle ultime settimane, crea non pochi problemi sociali.

A soffrirne di più sono anziani e soprattutto bambini appena nati. Ecco alcuni consigli utili a tutti i genitori per difendere i neonati dal caldo torrido.

Come difendere i neonati dal caldo

L’unico modo che il neonato ha per esprimersi è attraverso il pianto. Perciò è importante riuscire a percepire tutti i segnali che il piccolo ci manda. Umidità e alte temperature, sono un notevole disturbo per il neonato. Rappresentano un fattore di rischio raffreddore o malanni vari, soprattutto se si passa dall’esterno all’interno (con aria condizionata) con forti sbalzi di temperatura.

 

Neonati e caldo, come aiutarli

Per prevenire una possibile disidratazione, dovuta dall’eccessiva sudorazione, è bene assicurarsi che il neonato beva molto.

I pediatri sostengono che i neonati allattati al seno non necessitano di un ulteriore inserimento di liquidi. Invece, nel caso di allattamento con latte artificiale, sarebbe opportuno, tra una poppata e l’altra, integrare dell’acqua leggera, adatta al delicato sistema digerente del bambino. 

 

Neonato e caldo estivo

Ovviamente, una delle regole più semplici da seguire, è quella di evitare di portare a passeggio il bambino durante le ore più calde della giornata.

Se in casa si utilizzano ventilatori o condizionatori, è bene che non siano mai impostati al massimo e nè puntati direttamente verso il neonato.

 

Proteggere neonati dal sole

Se avete voglia di portare il bambino al mare, è certamente consigliabile farlo dalle 8.00 alle 10.00 oppure dopo le 18.00. In ogni caso, per difendere i neonati dal caldo, è opportuno tenerli all’ombra, al riparo dal sole e utilizzare sempre una crema solare con fattore di protezione 50. Le stesse regole valgono per chi volesse portare il proprio bambino in montagna, con l’accortezza di non superare i 2.000 metri di altezza.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, prediligere tessuti tipo cotone o lino, possibilmente di colori chiari ed evitare assolutamente le fibre sintetiche.

 

Cosa fare se il neonato mangia poco con il caldo

Durante giornate particolarmente calde, può capitare che il neonato mangi poco. L’inappetenza causata dal caldo eccessivo è assolutamente normale. Molto spesso i neogenitori si preoccupano eccessivamente e pensano che il neonato non si stia nutrendo abbastanza. In realtà, se il bambino cresce regolarmente e non si riscontrano perdite di peso, vuol dire che non c’è nessun problema ed è tutto sotto controllo. Se poi, il bambino al numero bagna almeno 6/7 pannolini al giorno e fa regolarmente la cacca, significa che i liquidi che assume sono sufficienti.

Caldo e sonno dei neonati

Il caldo estivo può anche disturbare il sonno del neonato. E’ facile che sia nervoso e che si svegli più volte durante la notte, non riuscendo a riposare bene.

Per rendere la stanzetta più fresca, è bene areare l’ambiente prima che ci vada a riposare il piccolo. Magari utilizzando anche il condizionatore ad una temperatura che si aggiri attorno ai 26 gradi circa. Non coprite il neonato con pigiami pesanti o con coperte. Lasciategli indossare solo un body o un pigiamino estivo.



0